spigolo bianco

Via Alpinistica

Meravigliosa ed emozionante via alpinistica a Malcesine, sul Monte Baldo.
Prima salita di Giampaolo Calzà (Trota) e Luciano Roncagalli – 29/12/2009.

La via è molto bella e il panorama sul Garda e sulle montagne trentine e bresciane vi accompagna lungo tutta la via. Stando in silenzio e con un po’ di fortuna è facile incontrare qualche camoscio di cui la zona è molto ricca.

Descrizione della via alpinistica

La maggior parte della via è di terzo grado, la roccia è calcarea e tagliente, molto lavorata e ricca di buchi e clessidre.
Ogni 5-6 metri ci sono dei cordini nelle clessidre e non mancano gli appigli naturali.

L’uscita della via è di quarto grado, chiodata a spit e con due soste.
Si arriva spostandosi prima a destra (sud) attraversando un breve ghiaione e subito dopo attraverso il bosco a sinistra (nord); da qui in poi si vedono gli stessi segni rossi dell’avvicinamento che portano ai due tiri finale dell’uscita.

La salita è semplificata dalla morfologia della roccia, ricca di appigli naturali. Non entrare mai nel canalone che è franoso.

Finita la via si risale il bosco (non c’è alcun sentiero – dislivello di 150 mt circa) finchè non si arriva sulla mulattiera tra i Piombi e il Signor (sentiero numero 2). Scendere in discesa fino al Signor e proseguire dritti sempre in discesa sulla strada cementata che in 50 minuti circa porta a San Michele.

Varianti

Non esistono varianti. La via si sviluppa lungo lo spigolo del canalone e non è possibile percorrerla altrimenti.

La via alpinistica d’inverno

Questo itinerario è percorribile anche d’inverno in assenza di ghiaccio e neve. La via è sul versante ovest del Monte Baldo e in pieno inverno è in ombra fino a tarda mattinata.

  • Percorso: San Michele – Piombi – San Michele
  • Sviluppo: 500 mt
  • Dislivello – ascesa/discesa: 300 mt
  • Quota massima: 1215 mt
  • Difficoltà: III° – IV° uiaa