Sten & C

Apritori: Stenghel, Sartori e Baldessarini nel 1981

Difficoltà: V+

La via si svolge sulla scogliera della seconda galleria, al termine del lungo traverso della “Poesia d’estate” o al suo inizio se si attacca da Sud verso Nord. Per raggiungere l’attacco bisogna scendere (dopo la seconda galleria in direzione Limone) una ripida rampa alberata ( 20 metri ) fino raggiungere una spiaggia sassosa. Al suo limite Nord, dopo alcuni metri a pelo d’acqua, si risale per una decina di metri un diedro verticale di solide rocce gialle. Lo si lascia verso destra con un breve traverso ( 5 metri) in aperta parete nel direzione di un altro diedro che si percorre con arrampicata atletica fino a guadagnare la vecchia e oramai in disuso Strada del Ponale. Via di palestra molto bella e con roccia solida dalla quale, nel primo diedro, è anche possibile tuffarsi nelle fresche acque del lago (magari dopo aver arrampicato lunga la “poesia d’estate”); in tutti i casi per ripetere interamente questa via bisogna portarsi l’attrezzatura adeguai (corda, imbrago, ecc).