VIA YETI

VIA YETI

Primi salitori: Alberto Damioli in solitaria il 15 dicembre 1996

Difficoltà: dal III al VI

Interamente protetta a spit, la via, da superare in aderenza, non arriva in vetta; ritorno in doppia.

Da poco sopra il sentiero che arriva dal rifugio Pirlo si attacca una placca dove si trova la scritta con il nome della via e dopo un tratto facile (III) si obliqua a sinistra e poi si continua direttamente (S11, 25 m, VI). Si traversa a sinistra per pochi metri e si prosegue obliquando sempre a sinistra sino ad una cengia erbosa (S2, V+).